Peroni - saving energetici e vantaggi ambientali

Birra Peroni nel 2005 seleziona la proposta della Divisione Industria relativa alla realizzazione di una soluzione impiantistica per lo stabilimento di Roma allo scopo di ridurre i costi per l’approvvigionamento dei vettori energetici indispensabili nel processo produttivo della Birra: principalmente energia elettrica, vapore ed acqua calda.

Cogeneratore Peroni

Committente

Il cliente Birra Peroni ha sul sito un potenziale produttivo di circa 2 ML hl di birra all’anno con diversi marchi, tutti appartenenti al Gruppo Sab Miller.

Quello di Roma è lo stabilimento di produzione di birra più grande d’Italia.

Altri stabilimenti di dimensioni inferiori in Italia sono situati a Bari e a Padova.

Il consumo di gas naturale dello stabilimento di Roma si attesta a oggi a circa 5-6 ML Sm3/anno e l’80% circa dell’Energia Elettrica consumata è autoprodotta.

Obiettivo

Obiettivo dell’intervento: riduzione dell’impatto ambientale e dei consumi energetici derivanti dalla propria attività produttiva.

Soluzione

La proposta presentata da Simav riguardava l’installazione di un impianto di cogenerazione che è stato realizzato in circa 5 mesi in prossimità della esistente centrale termica all’interno di un modulo prefabbricato perfettamente insonorizzato, data la vicinanza con parte degli uffici dello stabilimento.

La soluzione tecnica è stata definita in funzione delle richieste di energia elettrica e termica dello stabilimento mantenendo in funzione le caldaie a gas esistenti per le integrazioni dell’energia termica che il processo produttivo richiede.

Motore Endometrico PeroniIl motore a gas da 3 MWe è di costruzione GE Jenbacher la quale ha sviluppato una tecnologia ad alto rendimento elettrico (superiore al 40%) e che ha garantito un significativo risparmio di energia primaria. 

  • Capacità produttiva annua di 16.7 GWh elettrici e 15 GWh termici

  • Copertura quasi totale dei consumi di elettrici di stabilimento

Nel 2007 è stata poi realizzata una seconda centrale di cogenerazione da 1 MW che alimenta lo stabilimento di lavorazione del malto S.A.P.L.O. di Pomezia.

Vantaggi

Simav ha progettato e installato un impianto di cogenerazione composto da un motore alternativo a gas da 3 MWe associato ad una caldaia a recupero che utilizza i fumi di scarico del motore in grado di produrre circa 2 t/h di vapore saturo utilizzato nei processi di pastorizzazione della birra; dal circuito di raffreddamento del motore si recupera ulteriore energia termica utilizzata nel processo produttivo dello stabilimento.

Gli impianti sono stati interamente finanziati da Simav.

Risultati

  • Indipendenza della produzione dei vettori energetici

  • Controllo e ottimizzazione capillari e dettagliate dell’uso delle energie prodotte

  • Risparmio ambientale medio di 2.000 TEP/anno complessivi sui due stabilimenti

  • Ottenimento dei certificati bianchi relativi

  • Maggior flessibilità nell’approvvigionamento di energia elettrica

  • Maggior potere contrattuale nell’approvvigionamento del gas metano